Per migliorare il nostro servizio, la tua esperienza di navigazione e la fruizione pubblicitaria questo sito web utilizza i cookie (proprietari e di terze parti). Se continui la navigazione accetti di utilizzarli. Per maggiori informazioni (ad esempio su come disabilitarli) leggi la nostra Cookies Policy. Chiudendo sul bottone "ok" qui a fianco, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.

LE TAPPE PRINCIPALI

1964. Nasce l’unione volontaria A&O italiana per opera di un gruppo di grossisti alimentari. In pochi anni, le imprese associate crescono e si trasformano in razionali centri di distribuzione. L’unione volontaria diventa Consorzio A&O italiano.

1979. Il Consorzio costituisce Selex Gruppo Commerciale, che favorisce l’accesso di nuove imprese e quindi la crescita su tutto il territorio nazionale. Un grande salto di qualità, che rafforza sia la collaborazione e lo scambio di know-how tra gli associati, sia il ruolo della Centrale, sempre più orientata al marketing e ai servizi.
In questi anni assistiamo all’avvio di programmi promozionali e pubblicitari a livello nazionale, che accrescono la notorietà dell'insegna e intensificano la collaborazione con il mondo produttivo.


1984. Sono passati vent’anni dalla nascita di A&O e la distribuzione italiana ha compiuto grandi passi, rinnovandosi e consacrando il successo della formula di vendita a libero servizio.
Selex consolida la sua strategia di gruppo commerciale aperto e multicanale. In concomitanza con il suo ventennale, inaugura la nuova sede a Trezzano sul Naviglio, vicino a Milano.
Nel frattempo, le imprese associate realizzano i primi Famila, un innovativo formato di supermercato che integra assortimento food e non food, entrando così nel settore delle grande superfici.
Sempre negli anni Ottanta, debutta la nuova generazione di supermercati del Gruppo, i Super A&O. Una grande ventata di novità nel layout di queste moderne unità di vendita, grazie al perfezionamento del livello di servizio e alla cura dell'ambientazione, per una sempre maggiore soddisfazione della clientela.
In particolare, si impostano in modo nuovo i banchi del fresco, gastronomia, ortofrutta, macelleria, panetteria, dando più enfasi a tutto ciò che significa qualità.

Anni Novanta. All’inizio degli anni Novanta, il salto di qualità delle Imprese aderenti e della struttura associativa di Selex si fa più evidente. E' in questo decennio, infatti, che il Gruppo esprime tutte le sue potenzialità nell'opera di rafforzamento e sviluppo di Ipermercati, Superstore e Centri Commerciali.
Alle soglie del Duemila, la rete Selex è composta da oltre 1.600 punti di vendita, per un totale di quasi un milione di mq di superficie. Il fatturato, nel 1999, è di 8.100 miliardi di vecchie lire (oltre 4 miliardi di euro).
Grandi passi vengono fatti in questi anni anche nel settore dei prodotti a marca del distributore, prodotti di qualità garantiti dal marchio Selex. Le basi per entrare con il piede giusto nel Terzo Millennio sono gettate, e sono tutte molto solide.

Anni 2000. Anni di sviluppo e di importanti traguardi.
Nel 2004, a 40 anni dalla sua nascita, Selex è il quinto distributore nazionale, con un fatturato di 6 miliardi di euro e una quota di mercato del 7%, e può contare su due milioni di clienti fedeli.
Altro obiettivo raggiunto in questi anni, il rafforzamento della partnership con la Centrale Internazionale EMD, European Marketing Distribution, prima tra le Centrali di acquisto in Europa.

Oggi. Selex è il terzo distributore nazionale con una quota di mercato dell'11,7% (Fonte: IRI) e un fatturato superiore a 10 miliardi di euro. Le carte fedeltà sono salite a oltre 6 milioni e i prodotti a marca del distributore superano le 5.000 referenze.